La casa sull’albero, Tango, sogni e 20.000 abbracci

La tecnologia non potrà mai sostituire il contatto I love tango .it - Abbracci e connessioneumano, la sintonia degli sguardi, l’abbraccio, ma credo comunque che la tecnologia, se usata per fini nobili, possa avvicinare le persone, farle sentire parte di un gruppo, dargli la possibilità di condividere pensieri, parole emozioni e di confrontarsi col cuore.

Siamo tutti diversi, ma abbiamo una grande cosa in comune: la passione per il Tango e la voglia di condividere.

I love tango .it - realizzare i sogni

Quando ero bambino sognavo di costruire una casa sull’albero sul ciliegio dietro casa, e di avere una piscina ai suoi piedi dove tuffarmi dalla mia altalena.

Quella casa un giorno l’ho costruita, iniziando da poche tavole grezze e su quella casa ho passato tanti pomeriggi estivi da ragazzo, sognando nuove avventure.

Da adulto, continuo a sognare e a cercare di realizzare le miei visioni. Nel Tango un giorno ho avuto un sogno: quello di creare un grande luogo dove aggregare persone che condividevano una cosa importante come il Tango.

Ho deciso di non fermare la fantasia perché grazie ad essa si possono realizzare i più spettacolari viaggi che siano consentiti ad un essere umano.

E’ dalle proprie fantasie, dai propri sogni, che con dedizione e impegno, nascono e si realizzano i propri progetti!

All’inizio ho pensato che non sarebbe stato importante quante persone avrei aggregato con i miei post e le mie riflessioni: prima di tutto per me era importante il valore delle persone che avrebbero condiviso il piacere dello stare insieme, piuttosto che al numero.

I love tango .it - realizzare i sogni

Anche se la ragione mi diceva “è inutile, hai altro di più importante da fare”, l’esperienza mi ricordava “è rischioso metterci la faccia e ti dovrai mettere in gioco”, il cuore mi ha sussurrato: “fallo!”

All’epoca ero fermo a letto per un incidente al ginocchio avuto durante un decollo in parapendio a motore. E’ allora mi sono detto: se non posso nè ballare nè volare nei cieli, è ora di dar forma a un altro volo e mi son detto: “se non ora, quando?!“.

Così a novembre 2013 è nata la comunità facebook di  I LoveTango.it un mese dopo il lancio del portale.

Col passare dei mesi, grazie al vostro interesse e al vostro entusiasmo, siamo diventati la più grande comunità di amanti del Tango in Italia.

I love Tango .it - Donare acqua agli altri

Ma tutto è nato da quella volontà inizialmente mia, ma poi anche di molti altri, di volere abbracciare virtualmente tutte le persone che condividono questa passione.

Quando abbracci qualcuno e lui ricambia stringendoti forte, ricevi una delle più belle sensazioni del mondo!

E’ come quando innaffi una pianta o doni qualcosa a qualcun altro, anche tu ricevi.

Secondo me per fare successo nella vita penso non serva gridare per avere più attenzione, perché come le stelle stanno in silenzio e c’è chi le guarda per ore, così nell’affollato mondo virtuale di internet, dove c’è chi urla e si azzuffa per trovare spazio e visibilità (e nel tango talora le discussioni e i giudizi troppo netti, fanno a volte degenere le cose), ho sempre cercato di portare avanti una filosofia di pacatezza, bellezza, contenuti di qualità e confronto costruttivo nei miei post e nelle riflessioni.

Sopratutto mi sono sforzato di proporre immagini positive e riflessioni semplici, perchè come diceva Gandhi “sono sempre le cose semplici che mozzano il fiato”.

Mi piacciono le persone che fanno in silenzio. Mi piacciono le 68022f3f59e58b45f9253baa023a17ffpersone che non hanno bisogno di dimostrare niente a nessuno perchè sanno chi sono e dove vanno. Mi piacciono le persone che sono sé stesse e cercano la propria strada.

Spesso negli argomenti che ho lanciato in quest’anno di post, ho lasciato a voi le considerazioni e il confronto, imparando ad ascoltare e osservare le vostre riflessioni senza intromettermi. E da questo confronto a giudicare solo me stesso per migliorarmi. Ogni persona che è intervenuta ho cercato di conoscerla dalle sue parole, capirla e rispettarla.

In quest’anno ho condiviso con voi le serate in milonga, gli street tanghi illegal in luoghi magici. Ho organizzato qualche milonga diversa per gioco, Mi sono lanciato in nuove sfide tecnologiche, come la realizzazione dell’App di I Love Tango.it (Android e iOS).

Ho sviluppato altri progetti legati, ad altri miei interessi e competenze come le discipline olistiche, lanciando il progetto BioBodyBrain, metodologia per il rilassamento mentale e fisico, per la riduzione dello stress, l’aumento della consapevolezza e il miglioramento dell’equilibrio psicofisico.

10590442_10202122303690352_5285369447970002761_nTale progetto si è intersecato con la mia passione del Tango, nei laboratori di BioBodyTango acquatico che ci hanno permesso di esplorare nuove strade di vivere il Tango. E’ stato un percorso parallelo, fatto di studio, confronto, meditazioni e piccole ma profonde illuminazioni.

Un cammino di ricerca costruito oltre l’idea di giusto o di sbagliato, in quella terra di confronto e di scoperta dove amo esplorare nuovi mondi. Penso che ognuno di noi abbia un grande bisogno di capirsi e di essere capito. La “strada del Tango”, della meditazione e del relax psicofisico, e il BioBodyTango li considero due sentieri di gioia e di benessere, di crescita personale in questo momento della mia vita. E se i percorsi a volte sono in salita, penso sia solo perchè ci permettono di elevarci e arrivare in alto, dove le visioni sono più ampie e più chiare.

I love Tango .it - Dimentica il cervello e ascolta il cuoreE’ bello festeggiare con voi un traguardo come quello dei 20.000 amici di Tango su facebook. E’ bello avere delle persone con cui condividere e confrontarsi. E di questo risultato devo dire grazie a voi e a Sabina che ha condiviso quest’avventura.

Ma la cosa più bella è che insieme arriva poi un momento in cui le parole finiscono e il tango inizia a raccontare… lì, se sai metterti in sintonia con te stesso e l’altro, puoi ascoltare l’anima delle persone e capire meglio la tua.

Buone tande cari amici.                                                     Vi abbraccio di cuore.                                                      Michele

I love Tango .it - gli abbracci nel tango sono discorsi fatti in silenzio

Advertisements

One thought on “La casa sull’albero, Tango, sogni e 20.000 abbracci

Lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...