Un pensiero su “I lati bui del tango: estraneità, competizione e guerre di quartiere

  1. D’accordissimo circa le tue conclusioni .
    In merito evidenzio che, oltre alla natura umana , la prima causa della competizione è dovuta ai cattivi maestri. Ne conosco tanti ma pochissimi parlano bene degli altri. Basta vedere il loro comportamento in milonga . A lezione ci fanno perdere ore a spiegare come ci si comporta in milonga , che il tango è un ballo sociale , che ci sono dei codici. Poi quando ballano fanno il vuoto in pista per un raggio di qualche metro intorno a loro non perchè la gente si ferma ammirata a vedere il loro ballo ( che ricordo è sociale non è un’esibizione ) ma perchè la loro ballerina fà voleos ad altezza occhi , proietta sacade che nulla hanno a che fare col brano, o i ballerini sviluppano sequenze imparate a memoria ( e che non sanno interrompere ) di una lunghezza tale che gli altri ballerini in pista devono lasciare spazio alla loro arroganza . Per concludere penso che i cattivi comportamenti sono frutto di piccole persone educate male.
    Marquito

    Mi piace

Lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...