La casa sull’albero, Tango, sogni e 20.000 abbracci

La tecnologia non potrà mai sostituire il contatto I love tango .it - Abbracci e connessioneumano, la sintonia degli sguardi, l’abbraccio, ma credo comunque che la tecnologia, se usata per fini nobili, possa avvicinare le persone, farle sentire parte di un gruppo, dargli la possibilità di condividere pensieri, parole emozioni e di confrontarsi col cuore.

Siamo tutti diversi, ma abbiamo una grande cosa in comune: la passione per il Tango e la voglia di condividere.

I love tango .it - realizzare i sogni

Quando ero bambino sognavo di costruire una casa sull’albero sul ciliegio dietro casa, e di avere una piscina ai suoi piedi dove tuffarmi dalla mia altalena.

Quella casa un giorno l’ho costruita, iniziando da poche tavole grezze e su quella casa ho passato tanti pomeriggi estivi da ragazzo, sognando nuove avventure.

Da adulto, continuo a sognare e a cercare di realizzare le miei visioni. Nel Tango un giorno ho avuto un sogno: quello di creare un grande luogo dove aggregare persone che condividevano una cosa importante come il Tango.

Ho deciso di non fermare la fantasia perché grazie ad essa si possono realizzare i più spettacolari viaggi che siano consentiti ad un essere umano. Continua a leggere