20 motivi per ballare il Tango!

01Il tango si ascolta, si balla, si vive.

Ma perché iniziare un percorso che potrebbe essere faticoso e difficoltoso? Ecco 20 motivi (30 con quelli degli amici che hanno commentato) per avvicinarsi a questo magico ballo e iniziare il cammino sulla strada del tango.

20 motivi per scegliere il tango

  1. Aiuta a tenerti in forma ed essere più tonici – La panzetta sta aumentando o si vedono le prime zone flacide? Mettiti in pista e fatti catturare dal tango. Sarà difficile smettere di ballare e mentre balli bruci calorie e rassodi.
  2. migliora il tuo senso dell’equilibrio – Nella vita serve equilibrio. Allora metti in bolla e impara a stare in asse anche con l’altro
  3. ti insegna ad ascoltare – In tango è un ballo di coppia. E’ vero l’uomo guida, propone, ma la donna risponde ed interpreta. Se non sai ascoltare non sarai mai in sintonia e Continua a leggere

Into the world: fai battere il tuo cuore!

Il cuore è una gemma preziosa che ha bisogno di essere usato per conquistare e rendere stabili i suoi progressi. L’immobilità non ti permette di esprimere emotivamente ciò che hai dentro e diventi rigido e bloccato.

Rischi di diventare apparenza, una maschera finta a copertura delle tua rigida inflessibilità interiore.

albero-cuore2

Il tango ti aiuta a esprimerti, ad accogliere, a manifestare il tuo animo ed il tuo cuore, facendolo tornare a vivere.

E come nel tango, in cui il primo passo di un percorso verso l’altro è l’abbraccio e un passo che inizia una camminata, la prima cosa che puoi fare per un percorso interiore di Continua a leggere

Un tango con il Papa

Ma Papa Francesco quanto ama il Tango?

A giudicare da queste immagini molto! Nel 2008, l’allora Cardinal Bergoglio presenzia alla messa dei festeggiamenti per gli 80 anni della parrocchia S. Maria degli Angeli, messa che si conclude con un Tango!

Per il compleanno del Papa il prossimo 17 dicembre 2014 saremo tutti in Piazza San Pietro a ballare per lui. Il Papa non ha mai nascosto l’amore per il nostro amato Tango. Che ci faccia l’incredibile sorpresa di scendere tra noi in milonga?

Sognare è lecito!

*******************

Per vedere il video originale del video clicca qui

Donne e Tango: il coraggio di essere

Donna e Tango. Il coraggio di esporsi, il coraggio di essere

Nel tango la donna compie un percorso che la vede trasformarsi. Non impara semplicemente dei passi, ma conosce se stessa, ed il lavoro sul corpo può diventare un percorso di consapevolezza.

a13f5db4f0db7163ab25e1a3bdc32bab

Incomincia dall’affrontare la sua timidezza. Non a caso prima di tutto si confronta con l’imbarazzo di quella intimità che l’abbraccio del tango produce almeno all’inizio. Certo, non è semplice per una persona comune condividere lo spazio ristretto che l’abbraccio delimita, mettendola a nudo, perché inconsciamente le fa fare i conti con la sua capacità di relazionarsi con l’altro, ma anche con se stessa e il suo corpo

Per la donna di oggi, così abituata a lottare per l’ autonomia, così abituata a fare da sola, è difficile concedersi di chiudere gli occhi per farsi guidare in pista dall’uomo, che ha il compito di scegliere la direzione e i passi da eseguire. Eppure attraverso il tango lei può recuperare fiducia nel suo sentire, apprezzare il piacere  Continua a leggere

Il tango aiuta a mantenere giovane il cervello.

 

 

 

 

Già si era scoperto che il ballo del tango migliora il tono muscolare, aiuta a perdere peso bruciando calorie e contrasta l’osteoporosi, ma ora si scopre che ha anche effetti benefici sul cervello.

 

Uno studio della prestigiosa McGill University di Montreal dimostra come questo ballo contribuisca a sviluppare la neuroplasticità, ossia il meccanismo di attivazione delle cellule nervose che ci permette di mantenere un cervello perfettamente funzionante.

 

La ricchezza cognitiva non dipende infatti dal numero di neuroni, che tra l’altro solitamente diminuiscono con l’età, ma dal numero di connessioni fra di loro.

 

Questo studio dimostra che i ritrmi medio-bassi del tango, la sua complessità e la varietà dei suoi passi richiedono l’attivazione di più aeree del cervello, influendo positivamente sul numero di connessioni neuronali.

 

Insomma un motivo in più per mantenere il cervello giovane e godere della vita.

 

Fonte: articolo di Mabel Bocchi da mens sana

Immagine